PUBLIACQUA, ENTRO IL 30 SETTEMBRE LE DOMANDE PER I RIMBORSI

Ricordiamo ai cittadini che il 30 settembre 2014 scade il termine ultimo per presentare la richiesta di rimborso per la quota depurazione acque, secondo quanto stabilito dalla Sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 15/10/2008.

Vi invitiamo a verificare con il codice utente, che trovate nella bolletta Publiacqua, se avete diritto al RIMBORSO del canone di depurazione NON dovuto e pagato dal 2003 al 2008 al seguente link:

http://www.publiacqua.it/servizi/rimborso

PER GLI UTENTI DEI CONDOMINI
Nella maggior parte dei condomini i singoli appartamenti non hanno un contratto diretto con Publiacqua e il contatore che misura i consumi dei singoli immobili, posato sul vano scale o all’interno degli stessi, non è di proprietà di Publiacqua.
In questi casi Publiacqua gestisce la fornitura con un unico contatore, quello condominiale, che distribuisce acqua a più unità immobiliari, a volte con diverse destinazioni d’uso (domestiche e produttive). Il titolare del contratto è il rappresentante legale del condominio, di norma l’Amministratore, o comunque il delegato del condominio stesso. Contattate il vostro Amministratore e sollecitatelo a richiedere il rimborso.

Per maggiori informazioni o delucidazioni contattateci all’indirizzo mail info@sestofiorentino5stelle.it o chiamateci al numero +39 366 17 37 742

Movimento 5 Stelle Sesto Fiorentino

Guarda il manifesto Rimborsi

CHI BEN COMINCIA……….

Doppia soddisfazione per il Movimento 5 Stelle di Sesto Fiorentino nella seduta del Consiglio Comunale del 9/9/2014.
I Portavoce Consiglieri Giovanni Policastro e Mauro Ceccherini sono riusciti a far passare all’unanimità le due mozioni presentate ed elaborate insieme ai gruppi di lavoro M5S Toscani, quella sui rimborsi di Publiacqua s.p.a. e quella sull’8 X Mille per l’Edilizia Scolastica, impegnando così l’Amministrazione ad attivarsi sia per informare ed aiutare i cittadini nel recuperare, entro il 30 settembre, il denaro impropriamente pagato per il servizio idrico di depurazione sia per richiedere allo Stato, sempre entro il 30 settembre, l’accesso ai fondi dell’8 X Mille del gettito IRPEF destinati all’edilizia scolastica.

Movimento 5 Stelle Sesto Fiorentino

Interrogazioni, interpellanze e mozioni Consiglio Comunale del 09 Settembre 2014

Saranno discusse nel prossimo consiglio comunale del 9 settembre 2014, due delle tre mozioni presentate dal gruppo consiliare del Movimento 5 stelle di Sesto Fiorentino in merito a:

 1) Mozione PUBLIACQUA S.P.A.

Suggerimento all’amministrazione comunale di iniziative volte recupero di denaro iscosso impropriamente da Publiacqua SpA. sul canone di depurazione delle acque dove gli impianti sono inesistenti o inattivi.

Una sentenza della Corte Costituzionale ha infatti ordinato che il gestore del servizio debba rimborsare quanto indebitamente riscosso negli anni precedenti ed interrompere la fatturazione del  canone di depurazione in bolletta.

Ci sembra un atto di buon senso informare i cittadini sestesi che potranno richiedere il rimborso entro il 30 settembre, oltre al principio di non “regalare” a PUBLIACQUA S.P.A.svariati milioni di euro.

Tali utenti e cittadini, possono essere facilmente raggiungibili direttamente dall’amministrazione comunale in quanto il Movimento 5 stelle ha ottenuto, dopo una richiesta parlamentare, i nominativi di tutti gli utenti interessati, molti dei quali all’oscuro di questo loro diritto.

Sarebbe ancor meglio, se l’amministrazione comunale emanasse un’ordinanza che impegni Publiacqua SPA a rimborsare unilateralmente tutte le utenze.

2) Mozione EDILIZIA SCOLASTICA

Suggerimento all’amministrazione comunale affinché presenti entro il 30 settembre 2014 una richiesta allo Stato al fine di ottenere finanziamenti provenienti dal ricavato dell’8 x mille del gettito IRPEF destinato a “scopi di interesse sociale o di carattere umanitario”, per utilizzarli in interventi di ristrutturazione di edilizia scolastica ed in particolare per il miglioramento, la messa in sicurezza, l’adeguamento antisismico e l’efficientamento energetico.

Tale richiesta è possibile presentarla grazie all’approvazione di un emendamento del Movimento 5 Stelle alla legge di stabilità 2014 per consentire che l’8 per mille statale sia usato laicamente e a beneficio di tutti..

 3) Mozione GIARDINO RAGNAIA

 La terza mozione presentata è stata rinviata al successivo consiglio comunale.

Essa riguardava la risistemazione e messa in sicurezza dei giardini denominati“Ragnaia” in località tra via Giusti e via Settembrini.

 ———————————————————————————————-

 Oltre a ciò, i nostri consiglieri Giovanni Policastro e Mauro Ceccherini presenteranno la seguente interrogazione :

1) Interrogazione WI-FI Parco dell’Oliveta

 Nel parco denominato “Oliveta” fu installato un’impianto WI-FI pagato dall’amministrazione comunale 7008,00 euro. Da diverso tempo, tale impianto non funziona. Il Movimento 5 stelle di Sesto Fiorentino pertanto chiederà all’amministrazione di spiegare il perché del non funzionamento per capire se i soldi pagati dai cittadini sestesi siano stati spesi in modo adeguato e soprattutto se vi è la possibilità di riprenderne il funzionamento.

Invitiamo tutti i cittadini sestesi a partecipare al prossimo consiglio comunale il giorno martedì 9 settembre 2014 alle ore 14,30 presso la sala comunale.

 

1° settembre 2014 – 70° anniversario della Liberazione di Sesto Fiorentino.

Il Movimento 5 Stelle di Sesto Fiorentino intende partecipare alla ricorrenza del 70° anniversario della Liberazione della città dai nazi-fascisti, per ricordare l’importanza di quell’evento che ha riportato la libertà ai cittadini sestesi dopo anni di dittature, guerre e violenze.

Le pagine della storia, scritta con il sangue di milioni di uomini e donne, morti in nome di ideologie folli e disumane, devono ancora oggi essere comprese pienamente per impedire che queste tragedie non accadano mai più.
La celebrazione di questo 70° anniversario di Liberazione ci ricorda che non possiamo voltarci dall’altra parte, che non abbiamo tempo per restare indifferenti mentre l’odio nidifica laddove non c’è speranza, laddove c’è povertà e ingiustizia, laddove non c’è lavoro.
I partigiani che ancora oggi, non sono stanchi di insegnarci il valore della resistenza ad ogni tipo di male, devono essere un modello di vita, per noi e le generazioni future.
La lotta non è terminata.
Se la radice della violenza di quegli anni fu facilmente individuabile in un nemico, la violenza di oggi si insinua in ogni occasione in cui non vi è il rispetto dell’altro.
Non occorre cercare lontano o fuori dalla nostra terra, non basta definirsi democratici o contrari alle guerre se poi facciamo crescere semi di inferno nella nostra società.
Il partigiano e scrittore Italo Calvino scriveva ne “Le città invisibili”:
“L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme.
Due modi ci sono per non soffrirne.
Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più.
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.”
Il Movimento 5 Stelle con i suoi consiglieri comunali e i suoi attivisti, spera di esser degno di tanta eredità morale che ci è stata lasciata e si impegnerà politicamente affinché, anche a Sesto Fiorentino, possano essere piantati semi di paradiso.

Incontro di riavvio attività

Dopo una breve pausa per Ferragosto,si riparte!!!!
Questa sera Incontro per riavviare le attività del gruppo 5 Stelle e per raccogliere le opinioni e le idee dei cittadini sui temi che verranno trattati in Comune nel prossimo mese di settembre.
Oggi Martedì 26 agosto 2014 ore 21.00, c/o Italbar 68 via Boito 58 , Sesto Fiorentino


- O.D.G.

- IMU

- TARI

- Attribuzione al Comune a titolo non oneroso dei beni di proprietà dello Stato: terreni adiacenti la sede della Motorizzazione Civile in località Osmannoro, aree ex alveo torrente Gavinana in via San Piero a Quaracchi e in via del Ponte all’Asse in località Osmannoro

- Discarica di Paterno e ex discarica di Palastreto

- Varie ed eventuali